Tuesday 18 March 2014

Fr Laconi's introduction to the Golden Jubilee Eucharist in Cremisan

I thought I would keep Fr Laconi's introduction here, because I was touched by its simplicity.

50° di ordinazione sacerdotale
Gerusalemme 1964 - sabato 14 marzo  -  Cremisan 2014 - domenica 16 marzo
Mio motto sacerdotale
“ Per me il vivere è Cristo “ ( Fil.1.4 )
Introduzione alla Celebrazione
50 anni fa, di buon mattino, ci si reta da qui a Cerusalemme, alla chiesa concattedrale del Patriarcato latino, per il rito dell’ordinazione sacerdotale che sarebbe iniziato alle ore 07,00.
Era un sabato, liturgicamente il sabato ”Sitientes”. Eravamo due diaconi . don V.Pozzo  ed io. Ordinante era il Patriarca Alberto Gori, francescano.    Tutto il rito si è svolto in latino.
Non c’erano parenti presenti, non fotografi ufficiali. Solo qualche foto ,in bianco e nero, presa da un confratello studente tramanda l’avvenimento, oltre l’immaginetta ricordo.
Ciò non influì sulla solennità del rito e sulla importanza del momento.
Già il lunedì dopo, a parte la prima messa celebrata da me in casa, seguita il giorno di San Giuseppe da una accademia, e la celebrazione matutina nei principali luoghi santi (Betlemme e Gerusalemme) nei giorni sucessivi, l’anno accademico riprese il suo corso normale.
Solo dopo terminati gli esami  ai primi di luglio si sarebbe tornati in famiglia per le prime messe al paese natio: per me dopo 10 anni, per don Vittorio 12. Comunque per questo non ci sentivamo  ne eroi ne  vittime, era un corricolo questo normale accettato pacificamente, come parte integrante della chiamata missionaria...
I 50 anni sono passati velocemente. Certo ora e qui non è il caso di fare bilanci, ci penserà a suo tempo nella sua Misericordia il Signore Gesù. L’importante è continuare a fare di Cristo  il centro propulsore della vita e della missione, vivendo sempre e dovunque con Lui e, per Lui , nei fratelli e facendolo con una maggiore e migliore fedeltà e dedizione.
Tutti voi presenti entrate a fare parte delle intenzioni di questa mia celebrazione, con un posto speciale a Cremisan, a quanti vi hanno lavorato e vi lavorano, ai formatori ed amici di allora.
Disponiamoci ora a celebrare questa Eucarestia, preceduta, per me, da altre 18000 circa, Eucarisia vero atto di lode e di ringraziamento, chiedendo perdono al Signore dei nostri peccati e delle nostre (almeno per me) infedeltà e debolezze. 

Bn: - Ho fatta mia , con qualche lieve modifica formale, condividendola pienamente, la introduzione alla sua messa giubilare di don Vittorio celebrata al Fidar in compagnia dei confratelli della casa e poche altre persone.
Può servire come un riandare indietro di 50 anni per rivivere una esperienza forte di tutti allo studentato di teologia diallora  e per stimolare anche al presente ad una più intima semplicità.
Ringrazio quanti si sono uniti a me nella preghiera in questi giorni per lodare e benedire il Signore Gesù datore di ogni vero bene. Un grazie particolare per la loro generosità e bontà a tutti i presenti con me nella cappella di Cremisan  e all’agape fraterna che ha  seguito la celebrazione della mesa giubilare,  domenica 16 marzo 2014.
Un arrivederci a tutti al mio paesello, Ussassai OG in Sardegna, il 17.08.2014  per la celebrazione con tutti i parenti, amici e compaesani , insieme al 50°di Messa anche il 60° di vita religisa salesiana missionaria in Ter

No comments:

Post a Comment

Featured post

Rupnik, “E se l’evangelizzazione chiedesse una novità nella vita consacrata?” English summary

“EVANGELIZATION – DOES IT CALL FOR SOMETHING NEW FROM CONSECRATED LIFE?” MARKO RUPNIK, SJ “E se l’evangelizzazione chiedesse una novit...