Wednesday 18 January 2017

Fabio Attard homily, Wednesday, Week 2 of Ordinary Time

PER LA DUREZZA DEI LORO CUORI

L’incapacità radicale di percepire la realtà di Dio.

Non riesce più a riconoscere negli eventi l’agire di Dio.

L’incapacità di credere.

Di fronte a una simile situazione a Gesù non restava altro che rinnovare le sue scelte fondamentali, e ancora una volta Lui sceglie l’uomo.

CIVILTÀ CATTOLICA – Martin Scorsese Intervista Padre Spadaro sj

Quale personaggio la colpisce di più del romanzo «Silenzio» di Endo e del suo film? Perché?

Quando ero più giovane, mi è venuto in mente di fare un film sull’essere un prete. Io stesso avevo avuto voglia di seguire le orme di padre Principe, per così dire, e di essere un prete. Ho frequentato un seminario minore, ma non sono andato oltre il primo anno. E mi sono reso conto, all’età di quindici anni, che la vocazione è qualcosa di molto speciale, che non si può acquisire, e non si può averla soltanto perché si vuole essere come qualcun altro. Dev’esserci una vera chiamata.

Ma se davvero si ha la chiamata, come si fa ad affrontare il proprio orgoglio? Se si è in grado di eseguire un rito in cui si produce la transustanziazione, allora sì: si è molto speciali. Tuttavia, è necessario anche qualcos’altro. Sulla base di ciò che ho visto e vissuto, un buon prete, oltre ad avere quel talento, quella capacità, deve sempre pensare anzitutto ai suoi parrocchiani. Quindi la domanda è: come fa quel prete a superare il suo ego? Il suo orgoglio? Volevo fare quel film. E ho capito che con Silence, quasi sessant’anni dopo, stavo facendo quel film. Rodríguez è direttamente alle prese con quella domanda.


Dio non esaudisce i nostri desideri, ma realizza le sue promesse – Dietrich Bonhoeffer

No comments:

Post a Comment

Featured post

Rupnik, “E se l’evangelizzazione chiedesse una novità nella vita consacrata?” English summary

“EVANGELIZATION – DOES IT CALL FOR SOMETHING NEW FROM CONSECRATED LIFE?” MARKO RUPNIK, SJ “E se l’evangelizzazione chiedesse una novit...